Mini Loft: il monolocale con tanto spazio

Il loft è una nuova tipologia di appartamento, ricavata da locali ad uso produttivo, trasformati in abitativi. Questi ambienti mantengono le caratteristiche degli immobili preesistenti: soffitti alti (spesso soppalcabili), travi ed elementi a vista in ferro, grandi open space. I Mini Loft hanno le medesime caratteristiche strutturali, ma in una superficie ridotta, generalmente dai 30 ai 50 mq, trattandosi per lo più di negozi o magazzini riqualificati.

Ricercatissimi, soprattutto dagli amanti dell’abitare non convenzionale, i loft sono sempre più diffusi nelle grandi città che si espandono inglobando le periferie e le zone industriali, trasformate via via in quartieri residenziali. Abitare in un loft ha sicuramente molti vantaggi: tanto open space da sfruttare come meglio si desidera, niente corridoi e spesso nessun muro tra zona giorno e zona notte, al massimo qualche tendaggio o paravento.

Lo stile minimal e industriale in questi spazi regna sovrano, ma non sempre. I loft sono le abitazioni preferite da artisti e musicisti perchè possono contenere tantissimi oggetti, ovviamente in bella vista, appesi o anche semplicemente appoggiati alle pareti: quadri, libri, strumenti musicali… E poi sono la location ideale per feste strepitose.

E i Mini Loft? In questo caso lo spazio è decisamente più ridotto: 40 o 50 mq non consentono le medesime libertà ma, a confronto con un classico mono o bilocale, sono sicuramente più spaziosi, soprattutto se l’altezza consente di creare un soppalco.

In questo modo lo spazio abitabile può quasi raddoppiare, pur mantenendo la caratteristica dell’open space, ovvero niente muri tra zona notte e zona giorno, ma una scala si può già considerare un valido elemento divisorio, vero?

IL MINI LOFT CON IL LETTO A SOPPALCO

Non sempre i soffitti, per quanto alti, consentono la costruzione di un vero e proprio piano soppalcato. In questi casi si ricorre ai letti a soppalco, da considerarsi quindi non opere murarie che aumentano la superficie dell’abitazione, ma unicamente soluzioni di arredo, realizzate per lo più in legno o ferro. In questa gallery trovate una raccolta di realizzazioni, in gran parte su misura, tranne alcuni letti (foto 5 e 6) che sono modelli acquistabili da catalogo.

Prima di scegliere questa opzione occorre farsi una domanda precisa: siamo disposti a dormire su un letto a soppalco? Per i bambini (dopo i 6 anni) e per i ragazzi sono sicuramente adatti: quale ragazz* non amerebbe appollaiarsi su uno di questi “castelli”? Per un adulto, addirittura una coppia, potrebbe non essere la scelta migliore, tranne che non sia un letto per gli ospiti o un pied-à-terre.

IL MINI LOFT CON MEZZANINA

Una soluzione più agevole per chi non ama “l’alta quota” è sicuramente la mezzanina. Una sorta di pedana rialzata, ideale per ospitare il letto matrimoniale e i comodini, ma eventualmente anche per creare una zona da dedicare all’home office. La mezzanina è indicata per gli ambienti dai soffitti alti, ma non abbastanza per il soppalco o per chi, oltre ad una certa altezza, non si sente a proprio agio. Potete poi sfruttare tutta la base della pedana e renderla contenitiva, creando degli armadi bassi e delle cassettiere.

SPAZIO MULTIFUNZIONALE

I Mini Loft vanno concepiti quasi come gli interni di una barca. In open space tutti gli spazi, sia orizzontali che verticali possono essere sfruttati ed ottimizzati per contenere o nascondere gli arredi: consolle che diventano tavoli, letti a scomparsa o piccole cucine monoblocco.

Su Pinterest abbiamo dedicato una bacheca ai Mini Loft dove abbiamo raccolto tante idee ed ispirazioni per creare ambienti unici, creativi e molto funzionali.

https://www.pinterest.it/casafactory_it/mini-loft/