Come creare l’angolo make up in bagno

Avere una consolle per il trucco è desiderio di tutte le donne. Un angolo molto personale dove prendersi cura del proprio viso, dei capelli e dove conservare tutti i prodotti di bellezza a cui tanto teniamo.

Nelle case moderne, spesso le camere da letto sono piccole e, dopo aver lasciato spazio all’armadio, al letto, comò e comodini è davvero improbabile riuscire a trovare un angolo da dedicare al make up. Il bagno diventa quindi la zona “make up” della casa, anche se la scelta avviene spesso per forza di cose. Difficilmente si pensa ad arredare il bagno in modo funzionale al trucco. Ci si arriva dopo, e magari si scopre che non c’è sufficiente luce, lo specchio è piccolo, i vani per riporre pennelli, ombretti, rossetti ecc. non sono capienti o non riusciamo ad organizzarli come dovrebbero.

Se state pensando di rifare il bagno o magari anche semplicemente di cambiare il mobile del lavabo, allora non dimenticate di creare, almeno in un bagno nel caso ne abbiate due, una comoda e funzionale toeletta trucco.

Per quanto riguarda il mobile del lavabo, consigliamo di sceglierne uno con tanti cassetti e scomparti, in modo da poter riporre tutto con la massima cura. Per la specchiera sceglietene una grande e semplice, rettangolare o quadrata, ma comunque abbastanza basica perché dovrà essere funzionale alle luci. Infatti, è proprio l’illuminazione a fare da padrona in questa stanza. L’angolo make up in bagno deve essere ben illuminato, anzi… sovra-illuminato, in modo da evitare zone d’ombra sul viso.

LE LUCI PER LA SPECCHIERA

L’ideale è scegliere delle luci a parete, possibilmente laterali ma, in mancanza di apposita predisposizione, anche le luci superiori andranno bene. Le classiche luci da “camerino” sono perfette, proprio come queste che vedete nelle immagini che seguono.

In alternativa, ci sono alternative molto interessanti, dal look “tecnico”, così come dovrebbe essere la luce per la specchiera.

Se lo specchio è predisposto per l’aggiunta di un punto luce, allora potete optare per lampade che si possono montare direttamente sopra lo specchio, in modo da non avere problemi con la centratura degli elementi, oppure se non vi piace che si veda il rivestimento della parete, che a volte può risultare un’interruzione estetica poco gradevole. Queste specchiere si acquistano già con la predisposizione dei per i cavi e sono l’ideale nel caso abbiate degli attacchi luce bassi e non possiate modificare l’impianto.

Infine, per gli altri punti luce del bagno, ad esempio luci a parete o a soffitto, privilegiate lampade essenziali, tecniche e funzionali, in modo da non creare sovrapposizioni di stili. Faretti a led e binari a led saranno perfetti e anche il vostro lui apprezzerà l’angolo make up per farsi la barba.

GLI SPECCHI ILLUMINATI E RETROILLUMINATI

Altra opzione interessante è lo specchio illuminato, ovvero già fornito con sistema di illuminazione. Ve ne sono di molto belli, anche con effetto camerino… che fa sempre molto Holliwood. Sicuramente uno stile ideale per un loft o una casa in stile industriale.

Unica by Cantoni

Poi c’è lo specchio retroilluminato, di grande tendenza perchè illumina il volto con luce indiretta pertanto, oltre ad essere comodo, è anche molto bello.