Arredare casa con il cartongesso

Il cartongesso è un elemento architettonico essenziale dell’edilizia leggera. Le sue particolari caratteristiche, quali la facilità di applicazione e la duttilità lo rendono un “Problem solver” indispensabile per architetti e progettisti. Tantissime sono le applicazioni possibili, non solo estetiche, ma anche organizzative, ad esempio per ottimizzare gli spazi, soprattuto per le case con planimetrie irregolari. Ecco quindi alcune idee e soluzioni per arredare casa con il cartongesso.

Dal rivestimento di pareti e di soffitti, alla copertura di travi e pilastri, passando per la realizzazione di controsoffitti e l’illuminazione degli ambienti, il cartongesso è spesso la soluzione estetica migliore.

Pratico ed estetico: come il cartongesso cambia l’abitazione

Uno degli impieghi più diffusi del cartongesso è come controsoffitto: utile sia per ribassare soffitti troppo alti, per creare aree più intime oppure per contenere la dispersione del calore, ma anche per nascondere tubature, impianti di areazione e di raffrescamento, ecc. E naturalmente per alloggiare i faretti a led, tanto amati dagli interiori designers (qui post dedicato).

Io, ad essere sinceri, i faretti non li amo per nulla, avendo una vera passione per l’illuminazione ogni faretto per me rappresenta un’occasione persa per mettere un lampadario ma, devo ammetterlo, in alcuni casi (tipo il bagno dell’ultimo bilocale che ho ristrutturato) ho dovuto rassegnarmi al fatto che fossero indubbiamente la soluzione estetica migliore, dato che il cartongesso era inevitabile per nascondere tubature e per abbassare un soffitto troppo alto per una stanza da bagno.

Il cartongesso è anche una soluzione pratica a molti problemi, perchè si monta in poche ore, senza sporcare troppo. E anche il costo è decisamente più contenuto rispetto ad un ipotetico intervento in muratura. Senza contare che, un domani, potrà essere rimosso con facilità, senza costose demolizioni. Unico neo: è meno resistente di una parete in mattoni, pertanto occorre evitare forti urti perchè potrebbe rimanere danneggiato.

Altra accortezza: se si montano mensole e quadri o si fissano mobili a parete è indispensabile utilizzare sempre specifici tasselli per cartongesso.

Pareti e velette, vani e librerie in cartongesso: largo alla creatività.

Il cartongesso è un buon isolante sia termico che acustico e pertanto è indicato anche per creare pareti divisorie, ad esempio quando si decide di dimezzare una stanza particolarmente grande, o per creare nicchie e vani, come ad esempio l’angolo lavanderia in bagno, la cabina armadio o la mini cucina.

Per molti di questi progetti sentirete parlare di velette cartongesso, costituite da più profili sagomati e uniti insieme per creare la forma e il profilo ideale per alloggiare un elettrodomestico, piuttosto che il camino, la tv, la cappa della cucina, lo split del condizionatore e così via.

Liberate la fantasia, con il cartongesso (quasi) tutto è possibile, anche una meravigliosa parete ad arco, che è sempre tanto scenografica!

Piccoli progetti fai da te

Con il cartongesso, se siete abbastanza abili nel fai da te, potete provare a realizzare qualche piccolo progetto in economia, come ad esempio rivestire qualche tubo a vista, oppure inserire delle mensole in cartongesso. Si tratta di progetti che potreste sviluppare in autonomia, anche grazie ad un sito, Cartongesso.pro che vi permette di ordinare online i vostri sagomanti su misura in cartongesso.

Bello vero? Ora scatenate i Chip & Johanna (per gli amanti del programma Casa su Misura) dentro di voi.